Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 1

Quali saranno i film del 2017? Dopo un 2016 tutto sommato interessante dal punto di vista cinematografico, ci prepariamo ad accogliere il 2017. Ma cosa ci aspetta? Quanti remake, sequel, reboot, prequel, spin-off ci saranno? Ci saranno dei soggetti originali porca boia? C’è di tutto e di più in verità.

Eravamo partiti con l’idea di buttare giù una ventina di titoli, ma poi potevano essere 50 e alla fine siamo arrivati a 100. Ovviamente abbiamo dovuto buttarci dentro qualche cialtronata, ma la linea comune è che dovessero essere film “di richiamo” o interessanti per qualche motivo. Una buona percentuale di film tutto sommato interessanti e una buona percentuale di film di cui davvero non se ne sentiva il bisogno.

Per fare un esempio c’è Cinquanta sfumature di nero, ma anche Fallen che nelle idee dei produttori dovrebbe riempire il vuoto lasciato da Twilight, ma farà proabilmente la fine di Shadowhunters (che ehi ci hanno fatto una serie tv che fa un po’ schifo, forse erano proprio i romanzi il problema). Che poi i “vuoti” lasciati da Twilight non li aveva riempiti il regista di Biancaneve e il cacciatore?

Comunque si parte con l’attesissimo Assassin’s Creed, e di adattamenti dei videogiochi non ne mancheranno (Resident Evil, Ghost in the shell), ma come ogni anno sarà anche questo l’anno dei supereroi e quindi si dovrebbe cominciare a dire che un anno è l’anno di qualcos’altro se di film sui supereroi ne escono a bizzeffe (tipo: ehi, questo sarà l’anno dei film con uomini ordinari): da parte di Marvel ci saranno Spider-Man, Thor e i Guardiani della galassia, mentre da parte di Parvel, ehm di DC ci saranno Wonder Woman e la Justice League.

Poi ci sarà Scorsese, ma anche Checco Zalone e Woody Allen (abbiamo fatto apposta a mettere Zalone in mezzo così l’occhio attento dirà “eccheccazz” che poi somiglia un po’ al suo nome. Sarà l’anno di Brad Pitt e di Michael Fassbender, ma non di Leonardo Di Caprio. Leeeeeo dove sei? Sta girando un film con Clint Eastwood, sarà per l’anno prossimo.

E poi ci sono i cartoon: Lego Batman, Lego Ninjago, Baby Boss, il nuovo film Pixar (Coco) e altri. C’è anche Sing che esce il 4 gennaio, ma non l’abbiamo messo in lista perchè era già uscito in anteprima.

Comunque è inutile che vi continuiamo a dire cosa esce, leggetevi la nostra lista dei 100 film in ordine di uscita. Vi abbiamo messo anche i trailer già usciti. Buona lettura.


1. Assassin’s Creed (4 gennaio)

L’adattamento dei videogiochi di Assassin’s Creed lo aspettavamo parecchio. In realtà le prime recensioni non sono molto buone, ma almeno sarà l’occasione per vedere qualche acrobazia qua e là. Cast di attoroni con Michael Fassbender, Marion Cotillard e Jeremy Irons. Dirige Justin Kurzel.

 

2. Collateral Beauty (4 gennaio)

Will Smith è un altro che alterna alti e bassi, ma di solito il pubblico lo segue. Qui interpreta un uomo che ha perso ogni entusiasmo e gli amici tenanto di farglielo ritrovare. Il cast comprende Edward Norton, Keira Knightley, Helen Mirren e Kate Winslet. Dirige David Frankel.

 

3. Allied (12 gennaio)

Ritorno alla regia di Robert Zemeckis con un dramma bellico interpretato da Brad Pitt e Marion Cotillard. Solitamente Zemeckis fa buoni film e Brad Pitt non è da meno. Speriamo bene.

4. Silence (12 gennaio)

Il ritorno alla regia di Martin Scorsese è uno dei film più attesi del nuovo anno e probabile candidato agli Oscar. La storia di due gesuiti in viaggio per il giappone alla ricerca del loro mentore. Ci sono Adam Driver, Andrew Garfield e Liam Neeson. Attesissimo.

 

5. The Founder (12 gennaio)

Un film sul fondatore di Mc Donald’s da piccolo chioso a impero mondiale. Michael Keaton è il protagonista in profumo di Oscar e la storia la vogliamo davvero sapere tutti. Dirige John Lee Hancock che dopo The Blind Side ci ha regalato la storia di Mary Poppins in Saving Mr. Banks.

 

6. Arrival (19 gennaio)

È stato uno dei film più apprezzati del 2016 in USA e ora arriva anche da noi. Si tratta di una storia fantascientifica sul contatto con una civiltà extraterrestre che arriva sul nostro pianeta. Protagonista è Amy Adams (già candidata al Golden Globe per questo ruolo e probabilmente ai prossimi Oscar). La affiancano Jeremy Renner e Forest Whitaker. Dirige Denis Villenueve che sarà il regista del sequel di Blade Runner e di cui abbiamo già potuto apprezzare Sicario.

7. xXx – Il ritorno di Xander Cage (19 gennaio)

Xander Cage ce lo ricordiamo un po’ tutti e insieme a Pitch Black e Fast & Furious aveva lanciato la star Vin Diesel. Poi c’era stato uno scarso sequel senza Vin, ma ora si può contare sul ritorno del protagonista originale. Ironia e tanti stunt per un film che sicuramente avrà poca sostanza ma saprà divertire. Dirige D.J. Caruso e nel cast ritornano Samuel L. Jackson e Ice Cube e si unisce Donnie Yen.

8. Fallen (26 gennaio)

Adattamento di una saga di libri young adult su una giovane diciasettenne che si innamora di due ragazzi che in realtà sono angeli caduti. Potrebbe essere il nuovo Twilight oppure fermarsi al primo capitolo. Non sappiamo quale potrebbe essere l’esito migliore. Interpretano attori giovani che vogliono diventare famosi.

9. La La Land (26 gennaio)

Acclamato negli USA è un musical diretto dal regista di Whiplash, Damien Chazelle, e interpretato da Emma Stone e Ryan Gosling. Se ne parla davvero bene e siamo tutti curiosi di vederlo. Potrebbe essere la sorpresa dei prossimi Oscar e attualmente è il film con più candidature (7) ai Golden Globes.

10. Split (26 gennaio)

Ogni volta che M. Night Shyamalan torna dietro la macchina da presa è un delirio. L’abbiamo amato per i suoi primi 4 film (Il sesto senso, Unbreakable, Signs e The Village), il quinto, Lady in the water, ha un po’ diviso tutti, poi uno schifo dietro l’altro (E venne il giorno, L’ultimo dominatore dell’aria, After Earth, The Visit). Ora torna con Split, un thriller psicologico su un tizio dalla personalità multipla. Come al solito speriamo bene, ma Shyamalan ormai è un mistero come i suoi film. Protagonista è James McAvoy.

11. Billy Lynn (2 febbraio)

È un film di Ang Lee, che di solito fa dei bei lavori compreso l’ultimo, Vita di Pi. Parla di una squadra di soldati che viene ripresa per caso mentre compie un’azione coraggiosa in Iraq. Tornati a casa diventano gli idoli delle tv e l’intera storia viene raccontata attraverso gli occhi di uno di loro. Nel cast Vin Diesel, Steve Martin e Kristen Stewart.

12. Rings (2 febbraio)

Terzo capitolo americano della saga di The Ring sulla VHS che uccide chi la guarda. Sono passati 12 anni dal secondo capitolo e vedremo cosa saprà aggiungere questo. Nel cast Johnny Galecki che è Leonard in The Big Bang Theory.

13. The Space between us (3 febbraio – USA)

Un film di fantascienza più rivolto al sentimento. In un futuro in cui Marte è stato colonizzato, il primo essere umano nato lì compie un viaggio verso la Terra alla scoperta delle meraviglie del nostro pianeta. Trama molto molto interessante. Con Asa Butterfield (Hugo Cabret, Miss Peregrine), Britt Robertson (Tomorrowland), Carla Gugino e Gary Oldman. Dirige Peter Chelsom, quello di Serendipity.

 14. Cinquanta sfumature di nero (9 febbraio)

Dopo il grigio e in attesa del rosso ecco il nero. Film di qualità, apprezzatissimo da pubblico e critica e sequel di Cinquanta sfumature di grigio. Commedia romantica su una ragazza che si imbarca in una relazione un po’ vivace… Ora basta con le cazzate però. Enjoy se proprio vuoi.

15. La battaglia di Hacksaw Ridge (9 febbraio)

Presentato a Venezia 2016 e molto acclamato dalla critica, il film vede il ritorno di Mel Gibson alla regia a 10 anni da Apocalypto. Protagonista Andrew Garfield, ma ci sono anche Teresa Palmer, Sam Worthington e Hugo Weaving. La trama vede un obiettore di coscienza che si arruola nell’esercito durante la Seconda guerra mondiale. Senza usare armi diventerà un eroe insignito della Medaglia d’onore del congresso.

16. Lego Batman – Il film (9 febbraio)

Dopo averlo visto brevemente in The Lego Movie, ecco che anche il Batman della Lego ha un film tutto suo. Ovviamente comico, folle e assurdo come tutto quello che riguarda la cinematografia del Lego. Ci sono anche altri supereroi e c’è Joker. Non vediamo l’ora.

17. Jackie (14 febbraio)

La storia di Jacqueline Kennedy durante e successivamente alla morte del marito JFK. Interpretato da una portentosa Natalie Portman il film è già in lizza per i prossimi Oscar e tra i più probabili vincitori della statuetta per la miglior attrice protagonista. Dirige Pablo Larrain, regista di Neruda e NO – I giorni dell’arcobaleno.

18. Manchester by the Sea (16 febbraio)

Un uomo scopre improvvisamente di essere diventato il tutore del nipote sedicenne. Film stracandidato a qualunque premio. Interpretato da Casey Affleck, Kyle Chandler e Michelle Williams.

19. Resident Evil: The Final Chapter (16 febbraio)

Ogni volta che ne arriva uno pensiamo che sia l’ultimo. Ora siamo al sesto capitolo e dal titolo pare l’ultimo. Vedremo se mentono. Comunque noi lo attendiamo comunque perchè la saga di Resident Evil ha almeno l’onore di aver lanciato per davvero gli adattamenti dei videogiochi al cinema.
Stesso cast capitanato da Milla Jovovich e stesso regista Paul W.S. Anderson.

20. Barriere (23 febbraio)

Dopo la polemica razzista degli Oscar dello scorso anno questo giro ci sono ben due film all-blacks stracandidati agli Oscar. Uno è questo con Denzel Washington protagonista. È la storia di una famiglia di colore nell’America degli anni ’50. E dirige proprio Denzel Washington.

21. La legge della notte (23 febbraio)

Quando Ben Affleck dirige è sempre una ola. È bravo e gliene diamo atto. Qui dirige e interpreta questo film adattato da un romanzo di Dennis Lehane (già adattati in passato Mystic River, Gone Baby Gone e Shutter Island) e ambientato durante il proibizionismo. Nel film anche Elle Fanning, Brendan Gleeson, Sienna Miller e Zoe Saldana.

22. La marcia dei pinguini: Il richiamo (23 febbraio)

Circa 12 anni fa La marcia dei pinguini fu un documentario acclamatissimo. Ora arriva il sequel, perchè nel XXI secolo si fanno i sequel di tutto: dei cereali che mangiate a colazione, delle vostre scarpe ecc. Si tratta come sempre di pinguini.

 

23. The Great Wall (23 febbraio)

I grandi accordi diplomatici tra USA e Cina avvengono ormai anche tramite il cinema. Ecco quindi una megaproduzione cino-statunitense incentrato sulla costruzione della Grande Muraglia cinese. C’è Matt Damon protagonista. C’è Matt Damon protagonista?? Ok… Dirige il grande Zhang Yimou.

24. Vi presento Toni Erdmann (23 febbraio)

Un uomo anziano ed eccentrico si burla di tutti. Un giorno ritrova sua figlia che è costretta in una vita seria e monotona. Per portare un po’ di allegria nella sua vita si traveste. Il film tedesco che ha vinto agli EFA (di solito chi vince lì è un buon candidato per l’Oscar al miglior film straniero) è una commedia molto curiosa, senz’altro da non perdere.

25. Tulip Fever (24 febbraio – USA) 

Ambientato durante un periodo storico molto particolare, la cosiddetta Febbre dei Tulipani (una sorta di crisi immobiliare con i fiori) che scoppiò in Olanda nel 17° secolo, il film narra la storia di un artista che si innamora di una giovane donna. Cast formato da Alicia Vikander, Christoph Waltz e Dane DeHaan. Dirige Justin Chadwick.

26. Logan (2 marzo)

Con gli X-Men dispersi in linee narrative multiple avanti e indietro nel tempo, ecco invece che a Wolverine viene dedicato un ultimo film (sarà proprio l’ultimo per Hugh Jackman). Ben lontano dai soliti superhero-movie, Logan si è mostrato già in un primo crepuscolare trailer e l’idea sembra vincente. Siamo tanto avanti nel futuro con un Wolverine un po’ invecchiato, ma pur sempre immortale, affiancato da uno Xavier molto invecchiato in un mondo post-apocalittico. I due devono unire le forze per proteggere una giovane ragazza mutante da un’organizzazione crimininale. Dirige James Mangold al suo terzo film con Jackman dopo Wolverine – L’immortale e Kate & Leopold.

27. Moonlight (2 marzo)

È l’altro film all-blacks che dovrebbe farsi notare agli Oscar. La storia di un uomo cresciuto nei dintorni di Miami dall’infanzia all’età adulta. Protagonista è Mahershala Ali (già visto in diverse serie tv, tra cui House of Cards).

28. Planetarium (2 marzo) 

Il viaggio di due sorelle che credono di possedere l’abilità di contattare gli spiriti. Mah. C’è Natalie Portman protagonista.

29. Trainspotting 2 (2 marzo)

20 anni fa il fenomeno Trainspotting esplose. Il film è uno dei maggiori cult degli anni ’90 e lanciò Ewan McGregor come star internazionale. Oggi ritornano regista e cast originali in questo sequel. Non è buttato li a casaccio perchè è basato sempre su un romanzo di Irvine Welsh. Quindi speriamo possa soddisfarci anche questa volta.

30. La luce sugli oceani (8 marzo)

Una storia d’amore ambientata dopo la Prima guerra mondiale con dei risvolti particolari. Sul set del film si sono conosciuti i due interpreti principali, Michael Fassbender e Alicia Vikander, che ora sono fidanzati. Il regista Derek Cianfrance si è fatto notare con entrambi i suoi film precedenti: Blue Valentine e Come un tuono.

31. Kong: Skull Island (9 marzo)

Reboooot. Una spedizione arriva su Skull Island che è governata da un enorme e mostruoso gorilla e nasconde altre strane bestie giganti. Un nuovo King Kong che si pone prima della storia originale. Grande cast con Tom Hiddleston, Samuel L. Jackson, Brie Larson, John Goodman e John C. Reilly.

32. Il diritto di contare (16 marzo)

Altro film in odore di oscar. È la storia vera della matematica e fisica Katherine Johnson che collaborò con la NASA tracciando la traiettoria dell’Apollo 11. Cast capitanato da Taraji P. Henson, affiancata da Octavia Spencer, Kevin Costner, Kirsten Dunst e Jim Parsons. Diretto da Theodore Melfi, regista di St. Vincent.
 

33. La bella e la bestia (16 marzo)

Dopo Cenerentola e Il libro della giungla la Disney continua a ricopiare totalmente i suoi cartoon di successo e a farli rivivere in live-action. L’operazione sembra funzionare e siamo molto curiosi di vedere le coreografie delle varie canzoni. Emma Watson sembra già perfetta nei panni di Belle, così come Luke Evans in quelli di Gastone. Mega-cast di doppiatori in originale per i vari oggetti animati: Ewan McGregor, Emma Thompson, Ian McKellen, Stanley Tucci, Kevin Kline. Dan Stevens nei panni della Bestia. E la Disney sta già lavorando a La Sirenetta, Mulan e Il re leone. Dirige Bill Condon (con la n) che ha sempre alternato film di sostanza a Twilight…

34. La particella di Dio (16 marzo)

Un team di scienziati su una stazione spaziale causa un piccolo problemino. Il film è il terzo capitolo ambientato nella stessa linea narrativa di Cloverfield e prodotto da J.J. Abrams. Nel cast Daniel Brühl.

35. Weightless (17 marzo – USA)

Non stiamo a parlare di trama perchè è un film di Terrence Malick e in questo caso conta poco la TRAMA. Ogni film di Malick è un evento. Capolavoro o boiata? Lo scopriremo. Il film comunque dovrebbe essere ambientato sulla scena musicale di Austin. Cast stellare con Ryan Goslin, Michael Fassbender, Christian Bale, Natalie Portman, Cate Blanchett, Rooney Mara, Benicio Del Toro e Val Kilmer. E Fassbender dovrebbe interpretare un personaggio “diabolico”.
Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 35
 

36. John Wick 2 (23 marzo)

Il primo capitolo ci aveva un po’ sorpreso riportando Keanu Reeves ad un ruolo alla sua portata. John Wick è un assassino professionista coi controcazzi e siamo curiosi di vedere se il sequel distruggerà quel buono che c’era nel primo oppure proseguirà su quella strada. Dirige lo stesso regista del primo capitolo, Chad Stahelski.

37. La cura del benessere (23 Marzo)

Gore Verbinski ha percorso una carriera di film iconici. Partito dal semi-cult Un topolino sotto sfratto, passato per The Mexican, esploso con The Ring e approdato ai mari della saga dei Pirati dei caraibi (di cui ha diretto i primi 3 capitoli alternandoli con uno dei pochi film belli di Nicolas Cage del decennio scorso: The Weather Man). Dopo Ai confini del mare si è dato all’animazione confezionando il cult Rango e ha fatto un passo falsissimo con il flop The Lone Ranger. Ora torna a qualcosa di più intimo con un thriller misterioso e molto interessante in cui un giovane
manager viene invitato in un centro benessere sulle Alpi svizzere e cerca di riportare a lavoro il CEO di un’azienda. Qui scoprirà qualcosadi inquietante. Con Jason Isaacs e Dane DeHaan.

38. Life (24 marzo)

Marte è sempre nei nostri pensieri. In questo caso il film racconta di un equipe di scienziati intenti a studiare le prove che c’è vita su Marte. Nel cast Jake Gyllenhaal, Ryan Reynolds e Rebeca Ferguson. Dirige Daniel Espinosa (Child 44). Le date di uscita sono in contrasto. Il trailer lo da al 25 maggio, i siti di cinema al 24 marzo. Boh.

 

39. King Arthur (24 marzo)Un film che potrebbe essere uno dei maggiori flop del prossimo anno. Una nuova rilettura della storia di re Artù (di cui davvero sentivamo il bisogno…), mischiata a fantasy, ma con la regia di Guy Ritchie. Pratiamente la pizza col ketchup cucinata dal kebabbaro dietro l’angolo. Nel cast Charlie Hunnam, Jude Law e Annabelle Wallis.

 

40. CHiPs (24 marzo – USA) Non un film sulle patatine, ma l’adattamento della nota serie televisiva degli anni ’70 su due poliziotti in moto. Yeah. Adattiamo tutto quel che ci viene in mente. Cast che boh, c’è Michael Pena.

 

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 40

 

41. Ghost in the Shell (30 marzo)Anche noto come “il fantasma nell’ascella”. No, in realtà è l’adattamento del celebre videogame su una cyberdonna poliziotto. Protagonista è Scarlett Johansson, ma ci sono anche Michael Pitt, Michael Wincott e Juliette Binoche. Probabilmente un po’ troppo “strano” e cyberpunk per essere un grosso successo.

 

42. La tartaruga rossa (30 marzo)Un film d’animazione su un uomo naufragato su un’isola deserta che quando tenta di fuggire su una zattera viene ostacolato da una tartaruga rossa. La particolarità del film è che è una co-produzione internazionale a cui ha collaborato anche lo Studio Ghibli.

43. Underworld: Blood Wars (30 marzo)La guerra eterna tra vampiri e Lycans è davvero eterna. Dopo aver esordito con un primo capitolo da ricordare e due sequel non particolarmente indimenticabili, la saga di Underworld era tornata indietro nel tempo con un prequel e senza la protagonista Selene (Kate Beckinsale). Ora la protagonista ritorna in questo quinto capitolo da cui ci aspettiamo ben poco. La saga si concluderà o ripartirà? Mah.

 

44. Baby Boss (30 marzo)  Ci sono team di sceneggiatori, saranno 20-30, che ogni tanto si siedono intorno ad un tavolo e si spremono per trovare il nuovo oggetto o personaggio su cui creare un film d’animazione. Questa volta gira tutto intorno ad un bebè che in realtà è vestito come un uomo d’affari e cerca di guidare altri bebè in una sorta di rivincita contro il mondo. Il tutto visto attraverso gli occhi del fratello di 7 anni. Che dire… Pare divertente.

 

45. I Puffi 3 (6 aprile)Ricordate il team di 20-30 sceneggiatori? Ecco, alcuni studios non ne hanno e quindi ripiegano su storie semplici tirate su con lo scotch. Dopo un film uscito quando andavano di moda tutti gli adattamenti delle serie animate del passato, e dopo un seguito uscito quando andava di moda non sapere cosa fare della propria vita, ecco un terzo capitolo… perchè “finchè la barca va lasciala andare”.

46. Il segreto (6 aprile)Un giovane cerca far scrivere ad un vecchia signora in un’ospizio la storia della sua vita. Ricorda un pochettino Le pagine della nostra vita, ma chissà, magari ci sbagliamo. La cosa interessante è che è ambientato in Irlanda durante i periodi di forte tensione. Cast che comprende Rooney Mara e Theo James. Il regista è invece Jim Sheridan che ha diretto alcuni capolavori tipo Nel nome del padre e Il mio piede sinistro.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 46
 
47. Power Rangers (6 aprile)
Un must per i
giovincelli anni ’90. Basato sulle serie televisive trashissime ecco
finalmente il film dei Power Rangers che sembra il fratello dei
Fantastici 4. Gli toccherà la stessa sorte o saprà migliorarsi? Crediamo
che in questo caso la soluzione sarebbe non prendersi troppo sul serio e
puntare più sul trash, ma dal trailer temiamo che non sarà così. Dirige
Dean Israelite che si è fatto notare con Project Almanac. Ci sono Bryan
“Breaking Bad” Cranston ed Elizabeth Banks.
48. Wonder (7 aprile – USA)
Un ragazzino con una deformità al viso deve socializzare nella nuova scuola. Storia strappalacrime con Julia Roberts e Owen Wilson. Dirige Stephen Chbosky che esordì con il meraviglioso Noi siamo infinito.
Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 48

 

49. Fast and Furious 8 (13 Aprile)
Una saga col piede
sull’accelleratore che dopo la morte di uno dei protagonisti non si
ferma affatto. Questa volta Dominic Toretto dovrà mettere in discussione
pure la famiglia. Mega cast: oltre ai veterani ci sono anche Kurt
Russel, Jason Statham, Charlize Theron, Helen Mirren e Scott Eastwood.
Dirige F. Gary Gray (The Italian Job).

50. L’eccezione alla regola (20 aprile)La storia d’amore tra un’aspirante attrice ed un autista. Entrambi al servizio di Howard Hughes. Il film segna il ritorno di Warren Beatty alla regia a 30 anni dall’ultimo lavoro e alla recitazione a circa 15 dall’ultimo film. In questo farà proprio la parte di Howard Hughes. Oltre a lui nel cast Lily Collins, Alden Ehrenreich (il nuovo Han Solo), Taissa Farmiga, Matthew Broderick, Martin Sheen e Annette Bening.

 

51. La tenerezza (24 aprile) La storia di due famiglie nel cuore di Napoli. Uno dei pochi film italiani in questa lista. Dirige Gianni Amelio e nel cast ci sono Elio Germano, Micaela Ramazzotti e Giovanna Mezzogiorno.

52. Guardiani della galassia Vol.2 (25 aprile)
L’anniversario
della liberazione festeggiamolo con la squadra più divertente della
galassia. Dopo il successone meritatissimo del primo capitolo ecco
tornare Star-Lord, Gamora, Rocket, Drax e Groot (in versione Baby). Il
trailer già promette benissimo. Ci saranno anche Sylvester Stallone e
Kurt Russel, ma probabilmente non si chiameranno Tango & Cash.
Dirige sempre James Gunn.
53. Insospettabili sospetti (27 aprile)
Morgan
Freeman, Michael Caine e Alan Arkin per la serie “vecchie glorie”. I
film sugli anziani funzionano quando sono drammi strazianti o commedie
autoironiche tipo Non è mai troppo tardi. Questo appartiene al secondo
tipo ed i tre protagonisti promettono molto molto bene. Può essere una
cagata o far sorridere, speriamo bene. Dirige Zach Braff, che tutti
conoscono per essere stato protagonista di Scrubs, ma ha diretto il
bellissimo indie La mia vita a Garden State.

54. The Circle (27 aprile) Una ragazza viene assunta in una compagnia tecnologica diretta da un uomo misterioso. Emma Watson è protagonista. Emma Watson è protagonista, ah l’avevo già detto? Tom Hanks è il misterioso uomo. C’è anche John Boyega (il protagonista maschile di Star Wars VII). Dirige James Ponsoldt (The End of the tour).

 

55. UnlockedFilm spionistico su spie della CIA e un attentato terroristico a Londra. Per uscire dal cinema felici e contenti. Ma il regista è Michael Apted (Gorilla nella nebbia, Il mondo non basta) e nel cast ci sono Noomi Rapace, Orlando Bloom, John Malkovich e Michael Douglas.

56. Alien Covenant (11 maggio)

Dopo aver girato
il prequel Prometheus Ridley Scott torna a rileggere il mondo di Alien
con un capitolo che dovrebbe collegarsi in modo molto più diretto sia a
Prometheus che ai vecchi film. Torna Fassbender in un doppio ruolo. Il
trailer promette molto gore e la protagonista femminile, Katherine
Waterston, ci piace già (per la serie “ma dove l’ho vista”, era la
co-protagonista di Animali fantastici e dove trovarli).

 

57. Baywatch (11 maggio)
Dopo Starsky &
Hutch e l’A-Team ecco Baywatch. Voi direte: hahahaah. E noi diremo:
sticazzi. In effetti sembra un po’ un balzo nel nulla fare un film sui
bagnini resi celebri dalle poppe di Pamela Anderson togliendo le poppe
di Pamela Anderson (in realtà c’è anche lei). Ma come al solito ci si
gioca il jolly e il jolly in questo caso è Dwayne Johnson, perchè stai
rischiando grosso con un film basta che ci butti dentro Dwayne Johnson
ed ecco che hai un mega-successo. Verità a parte probabilmente se la
giocheranno sull’umorismo. Co-protagonisti sono Zac Efron e Alexandra
Daddario. Torna anche David Hasselhoff.

58. Snatched (12 maggio – USA) Una ragazza si ritrova insieme alla madre a fuggire da gente poco per bene nel cuore della giungla amazzonica. Il film vede il ritorno di Goldie Hawn a 15 anni dall’ultimo lungometraggio. Dirige Jonathan Levine, esperto nelle commedie e nei film comici con un po’ di originalità.

 

59. Annabelle 2 (18 maggio)Annabelle è un film su una bambola assassina che non c’entra niente con Chucky, ma è invece lo spin-off di The Conjuring. Quest’ultimo era un bel film sui fantasmi, mentre Annabelle non esattamente. Ad ogni modo ne hanno fatto un sequel. Olè!

 



60. Gifted (18 maggio) Qui c’è Chris “Captain America” Evans che ha una figlia prodigio in matematica. La suocera bastarda vuole levargli la custodia per approfittarne e lui ovviamente si oppone. C’è anche Octavia Spencer mentre a dirigere ritroviamo Marc Webb (gli Amazing Spiderman e 500 giorni insieme).
61. Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar (24 maggio)
La
carriera di Johnny Depp è un punto interrogativo. Attore alternativo
negli anni ’90, rinato con La maledizioene della prima luna nei primi
anni 2000 e attivissimo alternando blockbuster a film più intimi dandosi
al trasformismo. Purtroppo le sue scelte non sono state molto
apprezzate e ha collezionato un flop dietro l’altro, così quando capita
torna nei panni di Jack Sparrow per farsi amare di nuovo. Ecco quindi il
quinto capitolo della saga dei Pirati dei Caraibi che usa la formula
“tornano un po’ tutti per accontentare il pubblico”. Tornano Orlando
Bloom e Geoffrey Rush, ma anche Keira Knightley pare. Javier Bardem fa
il cattivo e c’è anche Paul McCartney (!). Dirigono Joachim Rønning,
Espen Sandberg che realizzarono un piccolo capolavoro da noi inedito,
Kon-Tiki.
62. Wonder Woman (1 giugno)
L’abbiamo vista in
Batman vs. Superman e ci è piaciuta. Ora speriamo che un film in
solitaria non sia troppo per Wonder Woman. Se ne parlava da anni e
finalmente è arrivato. Lo stile è quello dei film DC, molto freddo e
serioso (ma fatevela una risata!). Gal Gadot riprende i panni di WW e si
uniscono Robin Wright, Chris Pine, Connie Nielsen, David Thewlis e
Danny Huston. Dirige Patty Jenkins che fu la regista di Monster.
63. La mummia (8 giugno)
Dopo una trilogia tra alti e
bassi ecco un reboot de La mummia che introdurrà al tentativo della
Universal di creare un universo cinematografico in cui far convivere i
suoi celebri mostri (Frankenstein, L’uomo lupo, Dracula ecc.) un po’
come ha fatto la Marvel. Tom Cruise combatte un’antica principessa
risvegliatasi come mummia. Russel Crowe è il Dr. Jekyll. Dirige Alex
Kurtzman.

64. Amitiyville: The Awakening (15 giugno)La storia della casa di Amityille, una casa infestata dai fantasmi, è stata raccontata in un bordello di film a partire da Amityville Horror del ’79 e via per altri 15 film circa. Era anche alla base del film The Conjuring. Ora abbiamo un reboot si direbbe, con Jennifer Jason Leigh e Bella Thorne. Il regista non è proprio un direttorone, quindi si vedrà.

 

65. The Book of Henry (16 giugno – USA)Due ragazzini vengono cresciuti dalla loro madre. Uno dei due è un piccolo genio e scrive in un libro un piano per salvare la sua vicina di casa dalle grinfie del padre. Il film è diretto da Colin Trevorrow che ci ha regalato il ben apprezzato Jurassic World, riuscendo a non far rimpiangere troppo gli originali. Questo è un film più intimo prima di dedicarsi, in teoria, a Star Wars IX. Nel cast Naomi Watts e Lee Pace.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 63
66.. Transformers: The Last Knight (22 giugno)
Per
la serie “metti via quei giocattoli” ecco una saga che non “mette via
quei giocattoli” raggiungendo comunque sempre un buon successo. In
termini di qualità era partita benino col primo capitolo, poi aveva
fatto un mega-tonfo con il secondo e il terzo. Dopo una pausa aveva
ripreso con il quarto e cambiando protagonista, Mark Wahlberg al posto
di Shia LaBeuf, e ora si va avanti su quella strada. Dirige sempre
Michael Bay di cui preferiremmo un terzo Bad Boys. Si uniscono al cast
Anthony Hopkins (che non sempre è una garanzia) e John “buonuomo”
Goodman.

 

67. Spider-Man: Homecoming (6 Luglio)
Il titolo
sembra un po’ una frecciatina perchè era una cosa che in molti
attendevano. Dopo anni alla Sony Pictures, dopo aver dato nuova linfa al
genere dei cinecomics grazie a due buonissimi capitoli diretti da Sam
Raimi, dopo l’autodistruzione degli Amazing Spiderman più recenti, il
buon vecchio Uomo ragno torna a casa Marvel e grazie ad un accordo con
la Disney entra a far parte del MCU (il Marvel Cinematic Universe). Ne
abbiamo avuto un assaggio in Captain America: Civil War e per quei pochi
minuti ha rubato la scena. Homecoming è sicuramente uno degli superhero
movies più attesi e non vediamo l’ora di gustarci per bene questo nuovo
Spider-Man, il suo rapporto con Tony Stark e il cattivaccio di turno
Michael Keaton. Dirige John Watts.

 

68. War – Il pianeta delle scimmie (13 luglio)
Uno dei migliori reboot di sempre è stata sicuramente la saga del Pianeta delle scimmie. Dei vecchi si salvava soltanto il primo, che rimane un vero capolavoro. I nuovi hanno trovato la giusta strada e, complice un meraviglioso Cesare digitale, hanno saputo sorprendere. Ora arriva il terzo incentrato sulla guerra finale tra umani e scimmie. In pratica il capitolo più atteso probabilmente. Come sempre Andy Serkis a dare espressioni a Cesare e il grande Woody Harrelson nei panni del colonnello degli umani. Dirige nuovamente Matt Reeves.

69. La torre nera (10 agosto) Uno degli adattementi in parte più attesi di sempre dei libri di Stephen King e in parte più disattesi. Si tratta di un rischio altissimo nell’adattare una saga di 7 romanzi (più fumetti, racconti brevi e un successivo romanzo) che è stata portata avanti da King praticamente per tutta la sua vita. Si tratta di un epopea a metà tra il fantasy e il western che racconta di dimensioni parallele. Nel film sembra si sia seguita una strada un po’ particolare nell’adattamento e da fan al momento non mi esalta molto, ma vedremo. Il protagonista è interpretato da Idris Elba, mentre il cattivo da Matthew McConaughey. Il regista è Nikolaj Arcel alla prima grossa produzione. Il film ha avuto una lavorazione molto travagliata.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 67
70. Cattivissimo Me 3 (24 agosto)
Dopo due
capitoli di successo e uno spin-off, i Minions, torna Gru con le sue
figlie adottive e, ovviamente, i minions. Il sequel aveva mostrato già
un po’ di stanchezza quindi speriamo che la saga si riprenda con questo
film, allontanandosi dal destino de L’era glaciale. Ma boh. Sempre
Pierre Coffin alle redini.
71. Dunkirk (31 Agosto)

È il nuovo attesissimo film di Christopher Nolan e basta questo per attenderlo. È un film di guerra, ma anche una storia di sopravvivenza che scommettiamo saprà appassionare. Nel cast Tom Hardy, Cillian Murphy e Mark Rylance.

72. Cars 3 (14 settembre)In principio c’era un bellissimo film su delle macchine antropomorfe. Poi ci hanno fatto un pessimo sequel e ora ne arriva al terzo. Difficile fare peggio del secondo, ma c’è chi c’è riuscito in passato. Ad ogni modo il film ha un plot simile a Rocky Balboa e vedremo.

73. The Coldest City (14 settembre)Film di spionaggio ambientato a Berlino durante la Guerra fredda. È diretto da David Leitch e nel cast vede Charlize Theron, Sofia Boutella, James McAvoy, John Goodman e Toby Jones.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 71

 

74. Valerian e la città dei mille pianeti (15 settembre)Luc Besson è sempre stato diviso tra grandi cult e film sul trash andante. Questo sembra appartenere un po’ più alla seconda categoria. Probabilmente sarà un successone in Francia e un flop da noi e in America. È la storia di un investigatore che viaggia nel tempo e nello spazio. Nel cast Dane DeHaan, Ethan Hawke, Cara Delevigne, Rutger Hauer e Clive Owen.

 

75. It (21 settembre – USA)
Dopo il film tv degli anni
’90, con Tim Curry nei panni del celebre pagliaccio ideato da Stephen
King, ecco arrivare una versione cinematografica del noto romanzo
dell’autore più “adattato” di sempre. Hype a mille. Le foto di Bill
Skarsgard nei panni di Pennywise sono già molto inquietanti, ma vedremo
quale sarà il risultato. Dirige Andrés Muschietti che comunque aveva
diretto La madre (il film!).
Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 73

76. The Lego Ninjago Movie (22 settembre – USA)Sei ninja devono difendere un’isola che è la casa di Ninjago. Dopo Lego Movie e Lego Batman arriverà anche questo film orientaleggiante, ma sempre con le stesse assurdità dei Lego. Sicuramente ci sarà da divertirsi.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 74

 

77. American Made (28 settembre) Un film su un agente CIA mandato a contrastare l’avanzata del comunismo nei paesi del Centro America. Nel cast Tom Cruise, Domhnall Gleeson e Sarah Wright. Dirige il veterano dell’action Doug Liman (i primi due Bourne e Edge of tomorrow).

 

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 75

 

 
78. The Emoji Movie (28 settembre)
Sarà certamente
un grande successo questo film che porta sullo schermo (grande) le
emoticon degli smartphone per la serie “domani facciamo un film sulle
caccole”. Con una sceneggiatura solida chissà…

79. Kingsman: The Golden Circle (29 settembre – UK) Kingsman è stato un film piacevole che ha preso la solita trama del ragazzo prodigio inserito in qualcosa di molto più grande di lui e l’ha trattato con buona ironia. Nel seguito ritroveremo Colin Firth e Taron Egerton affiancati da Channing Tatum, Julianne Moore, Jeff Bridges, Halle Berry, Vinnie Jones, Mark Strong e Elton John. Dirige nuovamente Matthew Vaughn. Ovviamente c’è il rischio di fare un porcaio quando si alza il tiro.

80. Flatliners (29 settembre – USA) Negli anni ’90 uscì un film non troppo famoso da noi, ma davvero memorabile. Si chiamava Linea mortale e nel cast c’erano Kiefer Sutherland, Kevin Bacon e Julia Roberts. Parlava di un gruppo di giovani studenti che provavano a scoprire cosa c’era dopo la morte facendosi fermare il cuore a turno. Questo Flatliners che uscirà quest’anno ne è il remake. Ci sono Diego Luna e Ellen Page nel cast, ma anche il gradito ritorno di Kiefer Sutherland. Il primo era un buon film e volendo si può migliorare. Ovviamente si può anche fare un disastro, ma vedremo. Alla regia c’è Niels Arden Oplev che non è un nome scritto al contrario, ma il nome di quello che diresse anche Uomini che odiano le donne oltre a diversi episodi di serie tv (tra cui il pilot di Mr.Robot).

81. Blade Runner 2049 (4 Ottobre)
Sull’onda dei revival anni ’80 non poteva mancare Blade Runner. C’è
dietro Ridley Scott e Harrison Ford torna nel suo vecchio ruolo. Ryan
Gosling è protagonista. Dirige Denis Villenueve.

82. L’uomo di neve (12 ottobre) Un thriller classico con un detective che cerca una donna scomparsa. Ma nel cast ci sono Michael Fassbender, Rebecca Ferguson, Val Kilmer, James D’Arcy e J.K.Simmons. A dirigere è Tomas Alfredson (La talpa e il Lasciami entrare originale)

83. Venerdì 13 (13 ottobre – USA) Il primo film è un cult. Il secondo reggeva ancora, gli altri erano un po’ delle cagate, ma divertenti. Ad ogni modo Jason Voorhees, l’assassino con la maschera da hockey, rimane una delle maggiori icone horror di sempre. Qualche anno fa abbiamo subito un remake/reboot orribile, ma ora invece parte il reboot che dovrebbe esplorare una parte ancora inedita della storia. Il che potrebbe essere perlomeno curioso… Questo capitolo dovrebbe infatti finalmente mostrarci il rapporto tra la madre di Jason (che era l’assassina del primo film) ed il figlio prima degli omicidi. Vedremo.

84. Thor: Ragnaröck (25 ottobre)
Terzo capitolo
delle avventure di Thor in solitaria e la conclusione di questa linea
narrativa prima degli ultimi film sugli Avengers. Non si conosce la
trama in maniera apprfondita, ma il Ragnarock nella mitologia è il
giudizio finale quindi si prevedono cazzi amari. Ovviamente c’è Loki, ma
si uniscono anche Stephen Strange (Cumberbatch) e Bruce Banner/Hulk
(Ruffalo). Ci sono anche Cate Blanchett, Sam Neill e Jeff Goldblum.
Dirige Taika Waititi che viene dalle serie tv e dagli indie movie (come
ormai tutti).
Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 78

85. Victoria and Abdul (26 ottobre) L’amico indiano della regina Vittoria. Il plot sembra un po’ quello del maggiordomo del presidente in The Butler, ma si tratta di un film inglese con Michael Gambon, Olivia Williams e Judi Dench. La cosa importante è che dirige Stephen Frears che solitamente alterna cacate di oro a film discreti (Florence, Philomena, The Queen, Alta fedeltà, Le relazioni pericolose e molti altri).

86. Saw: Legacy (27 ottobre – USA)Saw è un classico degli horror cosiddetti “torture movie” e infatti continua a torturarci. Il primo capitolo aveva un’idea originale e d’effetto, gli altri erano davvero bruttini e ripetitivi. Pensavamo che fosse finita, ma non è finita finchè non è finita e davvero non sappiamo quando sarà finita. Così ecco quando scrivono “capitolo finale” sono pronti a cambiare le carte in tavola e rimescolare la minestra. La trama, gli attori e il regista sono superflui e sappiamo che non ve ne frega nulla in questo caso.

 

87. Coco (22 novembre – USA)Si tratta del nuovo film della Pixar ed è un soggetto originale. Solitamente ciò significa almeno “piccolo capolavoro”. Si sa che parla di un bambino di 12 anni alle prese con un mistero familiare, ma anche che dovrebbe essere ispirato alla festa del “Dia de los muertos”. Il regista sarà Lee Unkrich, quello di Toy Story 3.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 79

88. Assassinio sull’Orient Express (22 novembre – USA) 

Non proprio un remake del film del ’74, ma un riadattamento del celebre romanzo di Agatha Christie. Il film sarà diretto da Kenneth Branagh e avrà un cast stellare: lo stesso Branagh nei panni di Poirot, Johnny Depp, Daisy Ridley, Penelope Cruz, Michelle Pfeiffer, Judi Dench.

89. Justice League (23 Novembre)
Dopo la Marvel con
gli Avengers ecco che alla fine arriva anche il crossover definitivo dei
supereroi DC Comics. Batman, Wonder Woman, Flash, Aquaman, Superman
finalmente tutti insieme. L’uomo d’acciaio e Batman vs. Superman non
hanno soddisfatto tutti, ma si spera in meglio. Dirige Zack Snyder.
90. Star Wars Episodio VIII (14 Dicembre)

Continua la saga originale di Star Wars con l’VIII capitolo. Avevamo lasciato Rey che consegnava la spada laser a Luke Skywalker. Cosa succederà ora? Dirige Rian Johnson (Looper).

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 81

91.Jumanji (22 dicembre – USA)Chi è stato bambino negli anni ’90 avrà sicuramente nel cuore Jumanji con Robin Williams su un gioco da tavola che portava nel nostro mondo i pericoli della giungla. Questo è un po’ un sequel e un po’ un reboot e questa volta l’avventura seguirà quattro ragazzini risucchiati nel gioco e alle prese con la giungla stessa. Per sopravvivere dovranno interpretare i giusti personaggi. Difficile non far rimpiangere l’originale, ma ci provano Dwayne Johnson, Jack Black, Kevin Hart e Karen Gillan. Siamo abbastanza scettici, ma lo vedremo lo stesso. Dirige Jake Kasdan, noto più per commedie semidemenziali. Il rischio è che si punti troppo sulla comicità e non sulla fantasia.

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 82

 

 

92. Pitch Perfect 3 (22 dicembre – USA)Il primo fu un po’ un film sorpresa che mischiava il solito plot alla Step Up o similar, ma questa volta faceva girare tutto intorno al canto a cappella (che è diverso rispetto al cantare a cazzo). L’originalità (se poi tale si vuole chiamare), stava nel prendersi meno sul serio e puntare molto sull’ironia. Anche il secondo capitolo non era male, ma ora arriva il terzo. Stesso cast degli altri due, ma cambia la regia, questa volta affidata a Trish Shie (ahinoi regista di Step Up All In).

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 83

 

93. Darkest Hour (29 dicembre – UK)A volte ritornano. La Seconda guerra mondiale è stata ripresa da moltissimi film, ma in questo titolo si affronta una situazione storica interessantissima, ovvero la leading di Churchill durante i primi scontri contro il Reich di Hitler. Churchill ha il volto truccatissimo di Gary Oldman e potrebbe finalmente arrivargli l’Oscar. John Hurt è Chamberlain e Ben Mendelsohn è Re Giorgio VI. Dirige Joe Wright (Espiazione, Anna Karenina).

Guida ai film del 2017: i 100 titoli del nuovo anno 84

 

Film di cui non si conosce la data esatta di uscita ma che dovrebbero uscire nel 2017

94. Death NoteAdattamento cinematografico del manga e dell’anime Death Note, su un adolescente che scopre di poter uccidere chiunque semplicemente scrivendone il nome in un quaderno. Il film sposta l’azione dal Giappone all’America e difficilmente riuscirà a condensare tutte le cose importanti in un semplice lungometraggio. Nat Wolff è il protagonista Light, Keith Stanfield è il geniale L che gli dà la caccia, Willem Dafoe darà invece la voce a Ryuk, il dio della morte proprietario del quaderno. Distribuzione direttamente in streaming in contemporanea mondiale sulla piattaforma Netflix.

95. SoldadoÈ il sequel del film Sicario, un interessante action che ha messo d’accordo sia critica che pubblico. La trama si concentrerà sull’escalation della guerra alla droga sul confine tra Messico e Stati Uniti. Nel cast Benicio Del Toro e Josh Brolin. Promosso in sedia di regia il nostro Stefano Sollima che abbiamo piacevolmente notato alla direzione di Suburra, ACAB e le serie di Gomorra e Romanzo criminale.

96. Il nuovo film di Checco ZaloneQuando Checco esce in sala è boom di incassi. Il comico Zalone è un fenomeno italiano incredibile, capace di fare record di incassi ogni volta che esce al cinema. Non sappiamo nulla del prossimo film, se non che dovrebbe uscire verso Natale 2017 e che ci sarà sicuramente da divertirsi.

97. Il ragazzo invisibile 2Il primo film ha sicuramente gettato un pizzico di originalità nella produzione cinematografica italiana. Del resto il regista Gabriele Salvatores ha sempre portato qualcosa di buono con i suoi lavori. Questa volta dirige per la prima volta un sequel e speriamo che non distrugga l’idea che si possa ancora fare un cinema diverso anche da noi. Nel cast Valeria Golino.

98. Il nuovo film di Woody AllenChe Woody Allen sforni un film all’anno è una certezza. Probabilmente il nuovo progetto, ancora senza titolo, arriverà nell’autunno del 2017. Sappiamo che nel cast ci sono Kate Winslet, Justin Timberlake, Juno Temple, Jim Belushi e che la trama sarà ambientata a New York negli anni ’50. Cosa ci racconterà questa volta?

99. MuteIl protagonista è un barista muto e il film è ambientato in una Berlino di 40 anni nel futuro. Nel cast ci sono Alexander Skarsgår, Paul Rudd e Sam Rockwel. Cosa più importante è che il regista è Duncan Jones, che oltre ad essere il figlio di David Bowie, ha anche diretto Moon, Source code e Warcraft. Bel curriculum no?

100. War MachineUn film satirico sulla guerra americana in Afghanistan. È diretto da David Michôd (Animal Kingdom) e interpretato da Brad Pitt, Tilda Swinton, Ben Kingsley e Anthony Michael Hall. Il film uscirà direttamente in streaming su Netflix nel corso dell’anno.